Audio clip: Adobe Flash Player (version 9 or above) is required to play this audio clip. Download the latest version here. You also need to have JavaScript enabled in your browser.

Io lo so che le cose poi, non sono mai come te le aspettavi te…” cantava così nel lontano ’96 Vasco, ed è citando questa frase del brano “Un gran bel film” che prendo spunto per iniziare questo articolo.

L’Atletico Mesenei sta attraversando una fase di transizione, stiamo vivendo l’anno del quinquennio della nostra società tra alti e bassi. Per quanto concerne il lato sportivo, la nostra Associazione nata “solo” tre anni fa oggi si ritrova già campione provinciale AICS di pallavolo categoria misto e rappresenterà la regione Veneto nelle prossime finali Nazionali che si svolgeranno a Cervia il 9-10-11 settembre. Qualche settimana fa poi abbiamo conquistato il torneo di calcio a 7 in Altissimo e adesso stiamo difendendo a spada tratta il torneo di Durlo già conquistato nel 2010. Insomma proprio un ottima annata.

Ma la nostra Associazione non è solo sport, durante questi anni ci siamo occupati di svariate attività la più importante delle quali si chiama “Black Stone Fest”.

Il Black Stone sta orbitando da troppo tempo ormai vicino ad una sorta di “buco nero” (Argomento che verrà approfondito prossimamente con un articolo ad hoc del nostro Sir Matthew DC). Siamo giunti quest’anno alla terza edizione, che a conti fatti non possiamo definire ne andata male ne andata bene. E come se fossimo entrati dopo la prima edizione del 2009 in una sorta di limbo dalla quale non riusciamo più ad uscire.

Arrivati a questo punto magari per qualcuno “..la cosa più semplice..” o “..almeno più facile..” sarebbe quella di non fare neanche più fatica ad organizzare l’evento. Invece il Black Stone tornerà “impetuoso” e sarà rinnovato nel profondo, la nostra svolta sarà ritrovare lo spirito da “Irriducibili” che in questi ultimi anni si è un po’ addormentato sugli allori.

Non è più tempo di stare a guardare le “altre” feste che ci circondano che sono arrivate dopo di noi e che adesso si danno arie da numeri uno. Siamo stati i primi a portare un “pacchetto” come quello del Black Stone nell’Alta Valle del Chiampo, siamo stati i primi a fondere nella stessa manifestazione sport e musica dal vivo, mettere insieme giovani ragazzi e ragazze con tanta voglia di divertirsi in tornei di rugby e volley, e giovani band della zona e non alla quale abbiamo dato la possibilità di esibirsi su un vero è proprio palco tutto per loro.

Il Black Stone Fest non è altro che l’evoluzione di quel “Mesenei Live Summer” nato nel 2007 nella nostra piccola contrada, ed è da lì che dobbiamo ripartire. Dallo spirito che aleggiava su di noi durante quelle feste, dobbiamo tornare ad essere i numero uno come allora, anzi i numeri uno, i numeri due e anche i numeri tre!.

Adesso sta solo a noi rimboccarci le maniche perché il 2012 sia l’anno per il definitivo rilancio del più grande evento dell’Alta Valle, solo allora potremo dire che sarà stato davvero “un gran bel film”.

Alla prossima!.


Tag: , , , ,

  • francioso

    commovente!!!!!!!

  • http://www.mecdesigner.com Andrea Mecenero

    giusto così!!!
    vogliamo essere i numero 1,2,3,4,5,6,7,8,9 e anca 10, neanche le bricciole agli altri!!
    allora lancio una proposta… nel 2012 ci sarà un rinnovo anche del sito, l’atletico mesenei 3.0

  • http://www.facebook.com/people/Matteo-Disconzi/1213711634 Matteo Disconzi

    non mollare mai!

  • Pellizzaromarco

    il grande Enzo Ferrari rispose cosi’ al giornalista che gli chiese quale fosse la Ferrari migliore che avesse costruito….”La Prossima!”

  • Anonimo

    Esatto bisogna ritrovare lo spirito da irriducibili di un paio d’anni fa… ”quelli che  riuscivano a vendere persino l’acqua della fontana” …insomma bisogna ritornare affamati ed affiatati come eravamo allora!!! (si parla solo di 5 anni non di secoli!!!)