Articoli con Tag feste

Ecco, come promesso ieri, la seconda parte della storia della fondazione dell’Atletico Mesenei, vi auguro una buona lettura e ringraziandovi fin da ora per aver speso del vostro tempo su questo nostro sito vi ricordo che aspettiamo i vostri commenti a fine pagina.

 
…la settimana successiva all’incontro di quel venerdì da Trego, approfittando di un compleanno multiplo all’interno della nostra compagnia, festeggiato alla pizzeria Stubai, Davide Mecenero detto Kobra, che nel frattempo aveva aderito al progetto della squadra, contrattò l’acquisto del portiere Pellizzari Simone, del difensore Benetti Enrico e della punta Lovato Diego ufficializzando l’accordo con tre “potenti” birre da litro. Lì era ufficialmente nato l’Atletico Mesenei.

La rosa della squadra fu completata nei mesi successivi aggiungendo alle tre pedine del storico “Trattato di Stubai” gli altri elementi della formazione, che furono: Mazy al quale fu affidata la fascia di capitano, Teda, Morecia, Lele, il Bomber, Selmo, Monche, Yugin, Bordon, Sita ed infine un simbolo vivente dei Mesenei il nostro unico e inimitabile buon vecchio Bepo!. La guida tecnica della squadra fu affidata a Santagiuliana Marco detto Santa. Senza dimenticare Teo Disco, Info e Nardi a completare la “dirigenza”!.

L’Atletico esordì nel Torneo di Durlo, il 10 luglio 2006, il giorno dopo la conquista della quarta Coppa del mondo da parte della Nazione Italiana di gioco calcio, la nostra gara d’esordio contro i ragazzi de “La Ciocca” capitanati da Cracco Loris detto Lolo, che negli anni a seguire finirà con l’aggregarsi ai Mesenei, finì sul punteggio di 3 a 3.
Quell’anno non passammo la fase a gironi ma di certo non avevamo sfigurato come nostra prima apparizione in un torneo estivo, e poi la nostra storia era solo all’inizio…

 
…e difatti, si parlava di inizio, anche perchè sono passati ben cinque anni dalla storia descritta qui sopra e in cinque anni ne sono successe di cose, talmente tante che descriverle tutte sarebbe, penso, davvero impossibile, non si finirebbe mai di scrivere e di raccontare tanti aneddoti di questa nostra piccola ma grande squadra.

Per farvi qualche esempio, in questo quinquennio, sono nate le nostre feste in contrada come il “Mesenei Live Summer” che quest’anno giungerà alla sua quinta edizione, sono state fatte tante gite in svariate località, lasciando sempre il segno, in maniera positiva si intende, ovviamente!!.
Nel 2009 poi, più precisamente il 16 aprile 2009, un’altra data storica: venne infatti ufficialmente costituita l’Associazione Atletico Mesenei con Matteo Disconzi eletto Presidente.
Nello stesso anno lanciammo, a Crespadoro, nel mese di giugno, il “Black Stone Fest” della quale stiamo organizzando la terza edizione, e proprio sabato 20 giugno 2009, in concomitanza della partenza del primo Black Stone e grazie al lavoro svolto dal nostro mitico grafico e “Creatore” Andrea Mecenero, fu solennemente aperto il sito internet della società, dove ora state leggendo questo articolo.
La nostra squadra di calcio estiva nel frattempo è cresciuta e ha portato a casa tanti trofei che ora fanno bella mostra di loro nella nostra bacheca, nel 2010 l’anno migliore con il 1° posto nel Torneo di Durlo e il 2° posto nel Torneo di Altissimo; ma dal 2010 a dar manforte per riempire il palmares dei Mesenei, è nata la squadra dell’Atletico Mesenei Volley iscritta in questa stagione, al campionato Misto AICS; più recente invece la nascita dell’ “Atletico Bike Team” che si appresta a farci fare delle entusiasmanti pedalate per appassionati di bici e non.

Insomma l’Atletico Mesenei a cinque anni di distanza da quel freddo venerdì sera di marzo è vivo e attivo più che mai.
Domenica 13 marzo presso la Birreria “Pedavena” avranno il via ufficialmente le celebrazioni di questo nostro quinquennio, che si spalmeranno poi in tutti gli altri eventi “atletici”, previsti per l’anno 2011.

Non so cosa il futuro riserverà a questa nostra Associazione, la cui storia, riletta in queste righe sembra un po’ una favola, in ogni caso, per il momento non mi resta che dire: Buon Compleanno Atletico Mesenei!.
Alla prossima!

 
Il vice-presidente Mecenero Mirco.



 
Era un freddo venerdì sera di marzo, il weekend stava per partire è come al solito il punto classico di ritrovo per i ragazzi di Crespadoro & dintorni era il famigerato “Bar Stella d’oro” ma da tutti conosciuto più semplicemente come “Trego”.

Tutto faceva presagire ad un classico venerdì sera passato al bar facendo quattro chiacchiere e sparando le solite quattro cazzate, ed infatti da Trego trovai, al solito orario, la combriccola di sempre più o meno tutti, tra loro quella sera c’era anche Luca Monchelato detto “Monche”, che sarà di molta importanza per il proseguimento poi della storia.
Bevuto il caffè di rito, decidemmo di andare su al secondo piano, nel salone, dove al tempo c’era il giochino delle freccette che andava per la maggiore.

Apro una piccola parentesi per spigarvi meglio: a dir la verità più che le freccette in sé, il passatempo che si faceva a quei tempi, era una specie di sfida tutti contro tutti dove chi perdeva doveva pagare il conto di tutti i “bianchetti” ordinati, per quello le freccette erano tanto in voga in quel periodo.

Ma torniamo a quella serata, che tra una competizione a freccette e una partitella a calcio balilla, procedeva normalmente finché, tra un discorso è l’altro, il Monche non salta fuori con l’idea che da lì in poi avrebbe provocato una serie di reazioni a catena che ci portano fino a questo preciso istante, con il sottoscritto che sta scrivendo questo articolo.

Ebbene si non ho esagerato nel scrivere quest’ultima frase perché quella trovata di Luca, fu la scintilla che fece nascere tutto, quella sera infatti lui mi disse: “Perché non creiamo una squadra di calcio formata, dal nostro gruppo, da iscrivere al torneo di luglio in Durlo?” (per chi non lo sapesse ogni anno da oltre vent’anni a Durlo, piccola frazione del comune di Crespadoro, viene organizzato un torneo di calcio a 7, è un competizione abbastanza famosa per la nostra zona), io subito gli risposi che l’idea era carina però bisognava creare una cosa che fosse epica; creare una di quelle squadre che se anche magari l’avremmo fatta solo per un anno avrebbe comunque lasciato il segno.

Ecco allora che a Monche saltò in testa di riproporre la leggendaria squadra dei “Real Mettifoghi” che negli anni in qui venne creata, divenne presto la squadra più forte della vallata. Ma parlando fra me e lui capimmo fin da subito che il progetto era troppo impegnativo da realizzare e poi noi dovevamo creare qualcosa di assolutamente nuovo, non potevamo andare a prendere nome e storia di una squadra che era già leggenda, così pensai al luogo dove di solito noi della nostra compagnia, andavamo a far festa e proposi di prendere in considerazione la contrada Meceneri meglio conosciuta dalle nostre parti come Mesenei è basta.

La cosa piacque a tutti, i Mesenei ci sembravano il luogo e il nome adatto per la nostra formazione calcistica, il nostro obiettivo era creare una squadra fra noi amici, iscriverci al torneo e cercare per quanto possibile di non sfigurare troppo!.
Il venerdì sera termino così, con questa nuova entusiasmante sfida da percorrere…

 
Domani verrà pubblicata la seconda parte dell’articolo con il completamento del racconto sulla fondazione dell’Atletico Mesenei, fin da ora però son ben accetti commenti sull’articolo.



 
L’Associzione Atletico Mesenei augura a tutti i propri amici e simpatizzanti tantissimi auguri di un felice e sereno Natale e di un buon anno nuovo!

 
Auguri a tutti, Admin & tutto lo staff che cura e gestisce il sito ufficiale!

 
Alla prossima!